Fermini e altro in movimento | UN GIORNO
7638
page-template-default,page,page-id-7638,mkd-core-1.0.4,,mkd-theme-ver-1.7,smooth_scroll,side_menu_slide_from_right,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.2,vc_responsive

UN GIORNO


UN GIORNO

Dopo aver camminato a lungo ed attraverso strade dai mille rumori un giorno incontrerò il torrente che ho sempre cercato.

Chiamerò sottovoce la mia anima e gli chiederò finalmente di non parlarmi e di ascoltare insieme a me il silenzio che c’è intorno.
Tufferò i piedi dentro l’acqua ,poggerò la schiena sull’erba, infilerò le mani dietro la mia testa e guarderò il cielo.

Nessuna voce voglio sentire solo il rumore del vento ,lo scorrere dell’acqua e il battito del mio cuore.

Voglio vedere il tempo passare sopra di me senza preoccuparmi di quante altre strade rumorose dovrò incontrare.

Voglio vedere la mia anima seduta qui accanto che gode insieme a me la pace del silenzio.

Nessuna voce voglio sentire solo il rumore del vento , lo scorrere dell’acqua ed il battito del mio cuore.

Non voglio temere l’arrivo della notte perché nasconde i colori e porta le paure che con il sole fuggono e si nascondono in fondo a me.

Prima di dormire terrò per mano la mia anima e lei mi farà coraggio per tornare alla vita piena di rumori.
Nessuna paura , nessuno è mai solo nemmeno nel buio e prima del risveglio
sentirò di nuovo rompere il silenzio dal più bello dei rumori…
..un dolcissimo canto intonato dal battito dei nostri due cuori.